Come risolvere il problema degli strumenti? Lo smart working si svolge di norma senza vincoli di orario e luogo di lavoro, ma può essere organizzato per specifiche fasce di contattabilità, senza maggiori carichi di lavoro. In ogni caso, al lavoratore sono garantiti i tempi di riposo e la disconnessione dalle strumentazioni tecnologiche di lavoro. Inoltre, i dipendenti in modalità agile non devono subire penalizzazioni professionali e di carriera.

news

Smart working: in cosa consiste?

Smart working: in cosa consiste?

Come risolvere il problema degli strumenti?

Lo smart working si svolge di norma senza vincoli di orario e luogo di lavoro, ma può essere organizzato per specifiche fasce di contattabilità, senza maggiori carichi di lavoro. In ogni caso, al lavoratore sono garantiti i tempi di riposo e la disconnessione dalle strumentazioni tecnologiche di lavoro. Inoltre, i dipendenti in modalità agile non devono subire penalizzazioni professionali e di carriera.

Il decreto sullo smart working va a legiferare soprattutto per quanto rigaurda la pubblica amministrazione e leggendo bene è stato stabilito che ciascuna amministrazione deve:

  • permettere lo svolgimento del lavoro agile almeno al 50% del personale impegnato in attività che possono essere svolte secondo questa modalità;
  • garantire, tenendo anche conto dell’evolversi della situazione epidemiologica, percentuali più elevate possibili di lavoro agile quando possibile;
  • mettere a disposizione i dispositivi informatici e digitali ritenuti necessari allo svolgimento dell’attività lavorativa.

Smartworking non solo per la Pubblica amministrazione ma anche per i privati! Ecco le cose da sapere!

Nel DPCM del 18 ottobre non c’è però esclusivamente un obbligo per la PA ma anche una forte raccomandazione per i privati. Per la Pubblica Amministrazione viene indicata una percentuale da raggiungere (leggi sopra), una soglia che è stata calibrata più per alleggerire i carichi sui mezzi di trasporto che non per reali esigenze di contenimento dei contagi negli uffici. Per i privati l’indicazione è duplice:

  • per le attività professionali ecco quanto previsto dal DPCM in materia di smart working: “esse siano attuate anche mediante modalità di lavoro agile, ove possano essere svolte al proprio domicilio o in modalità a distanza“;
  • per i datori di lavoro ecco quanto previsto dal DPCM in materia di smart working: “è fortemente raccomandato l’utilizzo della modalità di lavoro agile da parte dei datori di lavoro privati, ai sensi dell’articolo 90 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34“.

n to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

scuola-a-distanza noleggio computer e tablet per scuola e studenti Milano Roma Torino Bologna

NOLEGGIO PC COMPUTER A BREVE TERMINE

Noleggio PC a breve termine è il servizio di noleggiovr.it che propone un Noleggio Operativo di Attrezzatura Informatica di ultima generazione dove e quando vuoi.

Il primo Noleggio a breve termine di attrezzatura hardware a partire da 1 a 365 giorni, senza nessun vincolo

Il noleggio di attrezzatura informatica a breve termine è la soluzione pensata per chi desidera avere a disposizione strumenti hardware all’avanguardia per il proprio lavoro quotidiano o per un singolo evento di Business.

A Milano Torino e Roma, MSI porttile affitto noleggio Computer Office Wiondows breve medio termine a Bergamo Noleggio computer portatili windows per istituzioni, università ospedali, affitta per la tua azienda Noleggio a breve, medio termine.
IMAC affitta per la tua azienda Noleggio Iphone per aziende e istituzioni a breve, medio termine.

0